DSCC News

Un voto dall'Unione Europea per salvare gli oceani profondi

2 December 2013

Source: R.it

Author: Paola Richard

NVISIBILE e sconosciuto. Meno esplorato della superficie lunare, eppure sfruttato oltre le sue capacità di sopravvivenza. È l'oceano profondo, fino al secolo scorso inaccessibile agli esseri umani, ma da sempre fondamentale per l'equilibrio sommerso ed emerso del pianeta.

Oggi è utilizzato come fonte di preziosi farmaci di origine marina e allo stesso tempo consumato da metodi di pesca industriale, come lo strascico profondo. Un sistema che non lascia scampo a forma vita, terminando irrimediabilmente l'esistenza di coralli millenari, spugne medicinali e pesci dal ciclo riproduttivo molto lento. Specie sopravvissute ai dinosauri, ma non all'ingegno degli esseri umani: una ricchezza ittica commercializzabile solo al 30-50%, mentre tutto il resto è restituito senza vita al silenzio abissale.

Il prossimo 10 dicembre è affidata ai 766 parlamentari europei la responsabilità di decidere riguardo a una ambiziosa riforma di questo settore della pesca. Una questione delicata, in cerca di non semplici compromessi tra il sostegno agli operatori in mare e il collasso degli ambienti sommersi, sovrasfruttati da metodi troppo poco selettivi.

For more, go to: www.repubblica.it/ambiente/2013/12/02/news/pesca_oceani_profondi_voto_ue-72479476/